Dopo super Demare, la battaglia dei Pirenei…

Dopo la vittoria di Arnauld Demare di ieri a Pau, la Grande Boucle affronta l’ultima tappa pirenaica, con tutta la cautela possibile da parte degli uomini Sky e le flebili speranze di Dumoulin che spera negli attacchi degli unici a poter far saltare il banco: Roglic e Kruijswijk, che non hanno paura di attaccare a fondo e da lontano. Senza Nibali, il Tour ha davvero cambiato faccia ed equilibri.
La tappa è dura e propone in successione le salite mitiche dei Pirenei: Aspin, Tourmalet e Aubisque alla vigilia peraltro della durissima crono di sabato.
Nel frattempo va segnalata l’ennesima sperequazione di trattamento fra i corridori del gruppo. A fronte dell’italiano Gianni Moscon espulso per aver sollevato una mano verso un avversario francese, si segnalano i 200 franchi di multa comminati al francese Yoan Offredo che ha scagliato una borraccia verso un rivale. Che cosa ne pensa l’associazione corridori?