Il Cammino di Santiago con Bikelife

Tanti soci del BiciClubItaliano nel corso di questi mesi, (anche grazie all’articolo recentemente uscito su Cicloturismo) hanno deciso di intraprendere un viaggio spirituale attraverso il Cammino di Santiago. Molto più di un viaggio in bicicletta. E’ un’esperienza di vita da condividere con i compagni di viaggio e con tutti coloro che si incontrano lungo il Cammino. Vi proponiamo l’offerta di Bikelife dal 30 giugno al 6 luglio 2018, dove i soci potranno risparmiare il 10% sul pacchetto completo.

Molte erano le strade che portavano a Santiago nei tempi antichi. Si partiva da casa e il cammino era iniziato. Quattro erano le rotte che scendevano dall’Europa e tutte si incontravano a Roncisvalle. Il Cammino più battuto era ed è tuttora quello che viene denominato il Camino Francese. È l’itinerario più popolare. Comincia sui Pirenei e procede lungo due varianti che corrispondono a due diversi punti di ingresso: Roncisvalle (in Navarra) e Somport (in Aragona). I percorsi si unificano presso la località di Puente la Reina, per dirigersi poi verso la Galizia attraversando i territori di La Rioja e Castiglia e León. Il percorso del Cammino di Santiago è ben segnalato. Nonostante il tracciato originale subisca costantemente alterazioni per via della costruzione di nuove strade, la lottizzazioni di terreni e l’apertura di autostrade, non c’è pericolo di smarrirsi perché la segnaletica è mantenuta costantemente evidente e chiara. Lungo la via, nelle campagne e nei villaggi, il Cammino è marcato da grandi frecce gialle, il segnale più frequente e rappresentativo del Cammino, e dalle pietre miliari decorate da una conchiglia stilizzata di colore giallo su sfondo azzurro, simbolo dell’Itinerario Culturale Europeo. Dopo Gerusalemme e Roma, Santiago di Compostela è la terza meta religiosa mondiale. Inoltre la via di Santiago e tutti i percorsi per raggiungerlo sono stato dichiarati nel 1987 “Itinerario culturale europeo” e nel 1993 Patrimonio dell’Umanità, riconoscimenti che lo rendono un percorso affascinante per tanti motivi storici e culturali che possono esulare da quello prettamente religioso e turistico-religioso. Si tratta insomma di un viaggio che, a detta di chi l’ha già fatto, va intrapreso almeno una volta nella vita.

 

CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI:

    • Chilometri totali 325
    • Terreno principalmente sterrato con tratti in asfalto.
    • Sentieri con salite costanti e pedalabili. Le tappe sono di circa 60 km con andatura turistica.
    • Bici consigliate Mountain Bike (listino noleggi)
    • Grado di difficoltà, Difficile. Vedi (Informazioni Utili)
    • Abbigliamento consigliato, Tecnico. Vedi (Abbigliamento)

COME ARRIVARE:

    • In aereo, Bergamo con destinazione Santander

HIGHLIGHTS:

    • Creuza de Fer, Cattedrale di Leon, O’Cebreiro, Il Camino come Patrimonio Dell’Umanità, Sepolcro dell’Apostolo, Cattedrale di Santiago, Castello di Sarria, Castello di Astorga, Cattedrale di Astorga, Ponte di Ferro di Ponferrada, Chiesa Fortezza dei Cavalieri di San Giovanni.

DETTAGLI DEL VIAGGIO:

La prima cosa da fare prima di partire per il viaggio in bici vero e proprio è la “Credencial del Peregrino” (un tesserino dove poi verranno raccolti i timbri dei vari ostelli in cui si alloggerà), presso l’ufficio accoglienza pellegrini a Leon. Il programma prevede 6 giorni e 7 notti.

PROGRAMMA:

30 giugno: Partenza

Ritrovo presso l’aeroporto di Bergamo al banco Ryanair. Volo ITALIA – SANTANDER. Arrivo all’aeroporto e trasferimento dei partecipanti e biciclette in pullman GT fino a Leon (270 km). Check-in in albergo 3 ***, consegna delle camere prescelte, tempo libero a disposizione. Cena e pernottamento in hotel. Dopo cena briefing con lo Staff Bikelife e Aleste Adventour per illustrare lo svolgimento delle tappe.

1° luglio: LEÓN – RABANAL DEL CAMINO km 71,30

Colazione e partenza in bicicletta fino a Rabanal del Camino. Pranzo libero durante il Cammino
Arrivo a Rabanal del Camino, cena e pernottamento in Pensione 1 *

2 luglio: RABANAL DEL CAMINO – O CEBREIRO km 87,3
Colazione e partenza in bicicletta fino a O Cebreiro.
Arrivo a O Cebreiro, cena e pernottamento in albergo 1 *

3 luglio: O CEBREIRO – PORTOMARIN km 72,7
Colazione e partenza in bicicletta fino a Portomarin. Pranzo libero durante il Cammino
Arrivo a Sarria, cena e pernottamento in hotel 1*

4 luglio: PORTOMARIN – ARZUA km 53
Colazione e partenza in bicicletta fino a Arzua. Pranzo libero durante il Cammino
Arrivo a ARZUA, cena e pernottamento in albergo 2**

5 luglio: ARZUA – SANTIAGO DE COMPOSTELA km 42
Colazione e partenza in bicicletta fino a Santiago de Compostela.
Arrivo a Santiago de Compostela, cena e pernottamento in Pensione 2** (struttura religiosa).

6 luglio: SANTIAGO DE COMPOSTELA – ITALIA
Colazione in albergo ed all’ora accordata trasferimento privato all’aeroporto di Santiago. Volo SANTIAGO DE COMPOSTELA -ITALIA. Fine dei servizi.

VARIE ED EVENTUALI: E’ utile avere sulla propria bici un campanellino, servirà sul Cammino quando dovremo superare i molti pellegrini presenti. Attrezzarsi con un kit di sostituzione camere d’aria: lungo il percorso solo nelle grandi città troveremo centri assistenza e negozi di biciclette, quindi sul Cammino bisogna essere indipendenti al 100%. Facendo molte ore al giorno di attività fisica è bene bere molto: consigliamo di predisporre sulla bici almeno due portaborracce. Consigliamo inoltre di assumere sali minerali e integratori (meglio acquistarli in Italia, sul posto non si trovano facilmente). Entrando nelle varie città, è bene recarsi subito negli uffici turistici (“oficina del turismo”, sempre ben segnalati e molto attivi). Qui si può richiedere gratuitamente una cartina della città, con tutte le indicazioni che servono.

Per maggiori informazioni vi invitiamo ad andare sul sito www.bikelife.it