Terza tappa a Roglic, maglia a Thomas. E domani si sale…

TIRRENO-ADRIATICO / Lo sloveno Primoz Roglic (Team Lotto NL-Jumbo) ha vinto la terza tappa da Follonica a Trevi di 239 chilometri. Geraint Thomas (Team Sky) è la nuova maglia azzurra.
 Lo sloveno ha preceduto Adam Yates (Mitchelton-Scott) di 3 secondi e Tiesj Benoot, il vincitore della Strade Bianche, di 6 secondi. In classifica, Geraint Thomas (Team Sky) guida su Van Avermaet a pari tempo e Froome staccato di 3 secondi.

Il vincitore di tappa, Primoz Roglic, subito dopo l’arrivo, ha detto: «Il mio piano era di non aspettare gli ultimi metri per attaccare: ho perso tanti sprint nella mia carriera. Se avessi atteso fino alle ultime rampe non avrei mai vinto. Sono venuto qui per la classifica, ma dopo la caduta di ieri ho perso le speranze per un buon piazzamento finale e ho trovato nuovi obiettivi. Volevo vincere la tappa e sono felice di esserci riuscito. Sono anche un buon cronoman, ma non amo le crono totalmente pianeggianti».
Thomas, ha dichiarato: «Il team è stato fortissimo. Volevamo fare la salita tutti insieme, siamo stati veramente bravi. Volevamo vincere anche la tappa, ma possiamo essere contenti della nostra prestazione. Domani sarà una giornata importante, sarà diverso da oggi. Spero di star bene, e se non sarà così, ci saranno comunque Froomey o Kwiato».

E domani infatti si affronterà la tappa più dura con arrivo in salita. Il via da Foligno e dopo il valico di Colfiorito inizia una sequenza di salite e discese senza attimi di respiro. Si scalano tra le altre il San Ginesio, Gualdo e Penna San Giovanni valide per la classifica dei gipiemme. La salita finale al Sassotetto da Sarnano misura 14,2 chilometri al 5,8 per cento di pendenza media e punte massime fino al 12 per cento.

Photo credit: LaPresse – D’Alberto / Ferrari