Camper Bike: da San Gimignano il primo cicloraduno per camperisti

Il progetto Camper Bike unisce due passioni: quella per lo sport da una parte e quella per i viaggi itineranti dall’altra, che a differenza del turismo di massa, consentono di scoprire e godersi ogni dettaglio del luogo che si visita. Partendo da San Gimignano, comune che “domina” la “Camper Valley”, il 29 Agosto 2021 si terrà la Gran Fondo della Vernaccia, la manifestazione ciclo turistica che permetterà ai partecipanti di recarsi nel luogo ospitante con il proprio camper che sarà adibito a vera e propria “casa in movimento”, munita di ogni comfort. Si tratta di una nuova filosofia di viaggio, che lontana dalle soluzioni di Bike packing, ambisce a coinvolgere un pubblico più ampio, pronto a prendere parte ad una competizione sportiva senza però privarsi delle comodità a cui si è normalmente abituati e con la possibilità di poter condividere tale esperienza insieme ai propri cari. Negli ultimi anni, l’utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto o per la pratica sportiva è in costante aumento. Non solo, la bicicletta viene sempre più frequentemente utilizzata anche nel tempo libero.

Camper Bike: combo vincente tra ciclismo e turismo

La combinazione tra il ciclismo e il turismo, in particolare il turismo itinerante, ha dato vita ad una nuova modalità di turismo sostenibile: il cicloturismo, il quale offre un contatto diretto con la natura e la cultura del paese esplorato avendo di conseguenza, una ricaduta sull’economia locale. Grazie alla sua costante crescita e date le opportunità in termini di valorizzazione del territorio, è necessario arricchire i servizi a disposizione di questa nuova categoria di turisti, in modo da fornire un adeguato supporto e per portare un valore aggiunto alla loro esperienza. Partendo da questo presupposto, Il progetto Camper Bike si pone l’obiettivo di essere Bike e Camper Friendly. Il camper, infatti, oltre ad offrire avventure on the Road in linea con i gusti degli appassionati , conferisce un senso di libertà, di maggiore autonomia e gestione dell’esperienza di viaggio.

Bici-Camper: l’accoppiata più gradita dai cicloturisti

La presenza dei propri camper potrebbe dunque rivelarsi un’opportunità interessante per tutti i praticanti dell’out door e un modo alternativo per valorizzare il fenomeno, come già detto, in crescita, del cicloturismo. Secondo un recente studio in merito alle risorse necessarie per una valorizzazione del settore a livello locale, condotta presso L’Università degli studi di Perugia, uno degli elementi indispensabili per questa nuova forma di turismo sostenibile, oltre ovviamente ai paesaggi, alle caratteristiche ambientali e alle strade studiate appositamente, è relativo ai servizi di ospitalità. L’accoppiata Bici-Camper, in questo senso, è senza dubbio vincente: permette di vivere esperienze nomadi, spostandosi con grande praticità da un luogo all’altro, senza rinunciare ai servizi di prima necessità, per poi concedersi il piacere di un’escursione nei luoghi scelti in sella alla propria bicicletta.

Ogni anno sono migliaia i ciclisti che scelgono di radunarsi per partecipare alle varie Gran Fondo o per assistere a grandi manifestazioni come il “Giro d’Italia” o altri campionati Nazionali/Mondiali, prendendola con filosofia e sfruttare l’occasione per osservare nuovi paesaggi e assaporare specialità gastronomiche locali. Nel caso del Progetto di Camper Bike, la scelta del comune di San Gimignano non è casuale , infatti, come già accennato si erge sopra la Camper Valley, dove sono situati i maggiori produttori del settore. Con il Progetto si intende proporre una collaborazione tra “Assocamp”, l’unica associazione in Italia di rivenditori di veicoli per il turismo out door, e “Biciclub” magazine riservato agli amanti delle due ruote, per incentivare l’utilizzo del camper nella pratica del cicloturismo e in generale, del turismo sportivo.