Ultimi giorni per iscriversi al Gran Brevetto nei “Borghi più belli d’Italia”

Siamo all’inizio della stagione estiva ed è ancora possibile iscriversi al nostro Gran Brevetto del BiciClubItaliano nei “Borghi Più Belli d’Italia“.

Verucchio, San Marino, San Leo, Urbino, Frontino, Macerata Feltria, Montecerignone, Monte Grimano Terme, Montefiore Conca, Gradara e Fiorenzuola di Focara saranno gli ospiti d’onore del nostro lungo viaggio che è iniziato a marzo terminerà a fine ottobre. Borghi medioevali tenuti come bomboniere dove il tempo vi sembrerà essersi fermato e dove le tradizioni rimangono tutt’oggi più vive che mai. Per raggiungere questi paesi però bisognerà faticare, attraverso il Monte Carpegna, il Sasso Simone e Simoncello, il Monte Titano e… i “Muri del Conca”. Sì, uno degli itinerari più temuti dello scorso anno tornerà a farci visita sotto una nuova veste. Nuove rampe, nuove salite ci aspettano, fino al giro finale, l’unico rimasto invariato rispetto al tracciato del 2018: “Il Giro delle quattro Regioni” di ben 220 chilometri.

LE NOVITA’

I percorsi non saranno più sei ma ben sette e questo perchè anche i brevetti non saranno più due (Oro e Argento) ma tre (Oro, Argento e Bronzo). Il titolo “Oro” si conquisterà portando a termine tutti gli itinerari, quello “Argento” portando a termine i primi cinque itinerari e infine il “Bronzo” portando a termine solo i primi tre. Cambiano tutti i tracciati escluso l’ultimo. Il più lungo, il più duro e (forse) anche il più bello: “Il Giro delle quattro Regioni”, l’unico a rimanere invariato dal 2018. La registrazione costa 5 euro (10 euro per chi non è socio)  e si potrà ritirare il loro taccuino di viaggio nella sede del BiciClubItaliano o al Bar Caffè Gabrè di Villa Verucchio.

Il Regolamento Completo

ISCRIVITI

 

I SETTE PERCORSI

N.1- IL GIRO DELLA RIVIERA

Un giro di riscaldamento quasi completamente in pianura attraverso Santargangelo di Romagna, Savignano sul Rubicone e il lungomare romagnolo da Gatteo fino a Rimini. Unica difficoltà di giornata il rientro “ondulato” attraverso il crinale di Santa Cristina fino a Verucchio. Dislivello che non arriva 600 metri…
Si abbandona gradualmente la pianura per iniziare con i primi piccoli colli di Romagna attraverso le stradine meno trafficate della zona. Borghi, Felloniche, Roncofreddo, Sogliano sul Rubicone e Passo del Grillo con un rientro “comodo” in discesa. Appena 1.000 metri di dislivello…

 N.3 – IL GIRO DEI CASTELLI DI SAN MARINO

Il chilometraggio rimane invariato ma aumenta il dislivello (1.500 metri) per l’ultima tappa del brevetto “Bronzo”. Si percorrono le vie più belle e meno trafficate degli antichi castelli di San Marino (patrimonio dell’Unesco). Subito Chiesanuova da Via Montemaggio, poi Fiorentino, San Marino (centro storico), Faetano, Torraccia e Ventoso (senza il muro finale al 18%). Salite tutte pedalabili…

N.4 – I MURI DEL CONCA

La prima vera sfida del Gran Brevetto va in scena in uno dei tracciati più temuti della prima edizione. Cambia il tracciato ma non la sostanza, con strappi brevi e molto duri. Fino a Morciano di Romagna è quasi tutta pianura. I quasi 2.000 metri di dislivello sono concentrati in appena 70 chilometri. Croce, Gemmano, Montescudo, Sassofeltrio, Montelicciano e Monte Grimano Terme con il gran finale nell’inedita salita del Monte San Paolo (poco conosciuta anche dai ciclisti locali) e le sue rampe al 20%… Obbligatorio il Gps per le decine di stradine secondarie.

N.5 – IL GIRO DEL SASSO SIMONE E SIMONCELLO

Si va sull’Appennino alla scoperta del massiccio del Sasso Simone e Simoncello sconfinando in Toscana attraverso il Passo Cantoniera. Salite lunghe ma pedalabili non lo rendono molto difficile se non fosse per un versante meno conosciuto del Monte Carpegna quasi a fine tour che ci porterà alla nostra Cima Coppi (Eremo del monte a 1.350 metri di altezza). Con 2.500 metri di dislivello è l’ultimo scalino per il Gran Brevetto “Argento”.

N.6 – IL GIRO DEI BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA

La caratteristica principale del Montefeltro sono i suoi borghi medioevali certificati dall’Anci e dall’Enit con i Borghi Più Belli d’Italia. San Leo, Frontino, Macerata Feltria, Montecerignone, Monte Grimano Terme, Montefiore Conca e Gradara saranno i cardini di questo meraviglioso viaggio nella storia vissuto a colpi di pedale e fatica. Gli ultimi 60 km sono in pianura ma nella prima parte il dislivello sfiora i 2.300 metri…

 N.7 – IL GIRO DELLE QUATTRO REGIONI

 

Fiore all’occhiello del Gran Brevetto 2018 non ha bisogno di presentazioni ed è l’unico itinerario che rimarrà invariato anche nel 2019. Un viaggio infinito attraverso la Romagna, le Marche, la Toscana e l’Umbria collegate da Via Maggio, Bocca Seriola e l’ultima salita verso San Marino. Attenzione alla “rampa” di Auditore, farà veramente male alle gambe dopo oltre 3.000 metri di dislivello…