NUMERO 7 - LUGLIO 2018

Il campionato italiano di Elia Viviani lancia la grande sfida francese e noi, certi di farvi cosa gradita, abbiamo realizzato la Guida del Tour 2018, con le tappe, i campioni e le statistiche. Nibali dovrà vedersela (fra gli altri) con il Froome appena riabilitato e i tre assi della Movistar, con Uran e con Porte, Dumoulin e Bardet, Jungels e l’altro Yates. E a proposito della Movistar, ci siamo fatti raccontare da Valverde come faccia ad avere ancora tanta voglia di bici sulla soglia dei 40 anni. E Aru? La crisi è superata e punta su Vuelta e mondiale.

NUMERO 6 - GIUGNO 2018

Ecco Bicisport di giugno, in cui abbiamo raccolto le storie più belle e gli approfondimenti legati alla corsa rosa, entrando con competenza e approfondimenti nei momenti che hanno deciso i destini della gara, partendo dal misterioso momento di Aru, fino a farci raccontare dal Team Sky come è nato il piano dell’attacco sul Finestre e i programmi di Froome fino al Tour. E poi un ricco tuffo fra gli under 23, con l’impresa di Covi alla Coppa Cicogna e la vittoria del piccolo Bagioli nel Toscana-Terra di Ciclismo, Eroica.

NUMERO 5 - MAGGIO 2018

A voi il nuovo BS, quello delle classiche e delle storie che annunciano il Giro. Eccezionalmente apriamo però con il sopralluogo di Aru sul finale del circuito iridato di Innsbruck, poi voltiamo pagina. La travolgente Roubaix di Sagan e la prima volta di Nibali al Fiandre. Ma alla Liegi vittoria di Jungels e il siciliano si spegne sul più bello. Eppure i giganti del passato premiano l’idea di “assaggiare” il pavè e Hinault racconta di quando vinse la Roubaix per chiudere la bocca ai più scettici.

NUMERO 4 - APRILE 2018

Bicisport di aprile celebra la grande festa del ciclismo italiano con la vittoria di Vincenzo Nibali nella Milano-Sanremo più elettrizzante degli ultimi anni. Il racconto del suo colpo da maestro sul Poggio e della lunga rincorsa al traguardo rivive nei reportage dei nostri inviati in Riviera. Perché Sagan non attaccato? Ce lo spiega Oss. E quanto vale il brillante Trentin che già ha messo il naso alla finestra anche nelle classiche del Nord? Già, le sfide sulle stradine e i muri tra Francia e Belgio animeranno le prossime settimane di corsa. Così abbiamo chiesto a Gianni Bugno, vincitore nel 1994, di spiegare a Nibali come si vince il Fiandre.

NUMERO 3 - MARZO 2018

Cinquecento volte in edicola. Bicisport taglia un altro prestigioso traguardo e dedica la copertina a un esclusivo viaggio in Colombia attraverso cui abbiamo scoperto dove nascono gli scalatori che da qualche anno assestano zampate micidiali sulle vette dei grandi Giri. Una settimana di corse e incontri in una cornice oceanica di pubblico: lo stesso che troveremo sul circuito di Innsbruck a fine settembre, dove i colombiani arriveranno in forze per conquistare la maglia iridata. Che strano il confronto fra quel calore e la desolazione delle corse nel deserto…

NUMERO 2 - FEBBRAIO 2018

Ecco Bicisport. Il Tour Down Under ha aperto il 2018 del WorldTour e noi siamo volati in Australia per guardare negli occhi i campioni prima che la stagione entri nel vivo. Il primo incontro con Sagan, fenomeno in bici, nell’intervista e nel rispondere in esclusiva alle domande dei nostri lettori arrivate via Facebook. Accanto a lui è tornato Oss e adesso al Nord chi li ferma? Ma apriamo una finestra sulla Sanremo. Viviani e Gaviria, prima rivali e ora compagni, hanno già vinto e vogliono essere capitani alla Sanremo. Chi la spunterà? Sentiamo cosa ne pensa Petacchi. Poi abbiamo incontrato Pozzovivo, capitano al Giro e gregario di Nibali al Tour.

NUMERO 1 - GENNAIO 2018

Si sono riaccesi i motori dei campioni e gli inviati di Bicisport sono andati a Siracusa nel ritiro della Uae-Emirates di Aru, incontrando Fabio, ma anche il suo riferimento Tiralongo e il “capo” Saronni, che le canta a Sky e anche a Cassani. Già, Sky… Mentre eravamo nel ritiro della Trek-Segafredo sull’Etna, per raccontare Brambilla e come Guercilena lavorerà con lui, ecco la notizia bomba: Froome positivo. Giornali impazziti e unesclusiva da riscrivere: venite a vedere di cosa si tratta. E adesso? La Vuelta a Nibali? Eravamo sull’isola croata di Hvar con il siciliano, che ci ha illustrato il suo 2018. Fiandre (forse), Liegi, Tour, Vuelta e mondiale.

TUTTO L'ARCHIVIO

BICISPORT