NUMERO 5 - MAGGIO 2017

Ultimi rintocchi prima del Giro, anche se il mondo del ciclismo è ancora attonito per la morte di Scarponi. Eravamo stati con lui il mercoledì sera al Tour of the Alps (il vecchio Trentino) e su Bicisport di maggio vi proponiamo l’ultima intervista, lo spaccato più bello della sua passione e di come si stesse calando nei panni di leader per dare un senso al lavoro dell’Astana. Sarà anche per questo un Giro particolare. Con Nibali, raggiunto al Croazia, che dovrà guardarsi da Quintana, sparito in Colombia dopo la Tirreno. Con Landa e Thomas che si studiano con diffidenza… E poi in pista, con l’azzurro che sventola nel velodromo di Hong Kong, grazie al lavoro di Marco Villa: le sue parole sono il lancio ideale per Tokyo 2020. Mentre quelle esclusive di Hinault danno una spallata al WorldTour e suggeriscono un bel sistema per assegnare i punti Uci. Spazio agli U23 e al Palio del Recioto, poi si torna sulle strade del Nord. Il Fiandre di Gilbert, perla nell’epopea delle grandi fughe. Quindi la Roubaix di Van Avermaet, con Boonen all’ultima recita e Moscon in rampa. Infine la quarta Liegi di Valverde (per lui anche la quinta Freccia) dedicata a Scarponi… E non pensate sia finita. In edicola è già pronta la Guida al Giro: il classico Speciale “rosso” di Bicisport, indispensabile per seguire le 21 tappe, conoscerne le statistiche e da portare con sé per raccogliere gli autografi dei protagonisti. Maggio è davvero un mese di grande ciclismo e Bicisport raddoppia. E’ tutto pronto. In edicola. Sul web. Nell’Apple Store. La prossima mossa tocca a voi…

⁃    Dai Nibali, Quintana è un duro ma si può
⁃    La Croazia ci manda un segnale. E’ buono…
⁃    E Quintana sulle Ande si è messo a puntino
⁃    Le trame e i dispetti degli uomini di Sky…
⁃    Cade Aru. L’ultimo racconto di Scarponi
⁃    Martinelli: Aru? Prima il ginocchio, poi si vedrà
⁃    Verso il Giro. Non solo scalatori (ma sarà vita dura)
⁃    Barbieri e Ganna, la giovane Italia va…
⁃    Quest’uomo già lavora per i sogni di Tokyo…
⁃    Uccidiamo il ProTour e salviamo il ciclismo
⁃    Indole endurance ad un prezzo super
⁃    Un’allround dalle grandi prestazioni
⁃    Un Recioto all’americana, ma Rosa (3°) alza la testa…
⁃    Il Fiandre di Gilbert? Rinasce la leggenda
⁃    Le fughe capaci di esaltare la gente
⁃    Quattro cose da ricordare nella Roubaix a tutta birra
⁃    C’è un astro sulle pietre: è Moscon… Vi stupirà!
⁃    Ciao Tom, la corsa va e la carriera si ferma
⁃    Valverde spopola. Formolo, un segreto
⁃    Sagan ascoltami e non fare il Merckx
⁃    Un gioioso folletto intrufolato nel gruppo

Disponibile in versione digitale e per iPad

Ricevi mensilmente la rivista a casa tua

La Guida del Giro 2017 è pronta, in perfetto orario, per seguire nei dettagli la sfida rosa che parte il 5 maggio dalle strade sarde di Alghero. Un classico, uno strumento professionale utilissimo: 132 pagine in cui sono concentrate le cartine, le altimetrie, le tabelle di marcia, la spiegazione tecnica e tattica del patron Mauro Vegni, un po’ di storia e le ricette tipiche per ciascuna delle 21 tappe. Poi la parola passa ai protagonisti, con le schede (i nostri miniposter, con tanto di spazio per l’autografo) dei principali campioni e dei corridori italiani attesi al via. Infine il punto… statistico su tutte le classifiche del Giro d’Italia, a partire dalla maglia rosa e passando via via attraverso tutte le sue classifiche speciali. La Guida del Giro 2017 è un appuntamento imperdibile per tutti i nostri lettori e per chiunque voglia seguire la corsa senza perdere neppure un dettaglio. E’ pronta, correte a prenderla.

Disponibile in versione digitale e per iPad

QUESTO MESE - IN PRIMO PIANO

BICISPORT