NUMERO 4 - APRILE 2016

Con la discussa Sanremo di Demare, va in archivio il primo monumento del 2016, con il gruppo ormai lanciato nelle sfide del Nord, annunciate dalla Strade Bianche dominata da Cancellara. Su Bicisport di aprile, leggerete il resoconto più completo della Classicissima e anche il punto sulla Tirreno-Adriatico della tappa annullata per rischio di maltempo: le aspre parole di Martinello e la rabbia di Nibali. E a proposito del siciliano, un incontro esclusivo con Luca Guercilena svela la fine delle trattative con la Trek-Segafredo in favore di uno squadrone sul punto di nascere in Bahrein. Quel che è certo è che Vincenzo cambierà squadra: le sue parole contro Aru non lasciano dubbi… E ora il Giro d’Italia, con la prima la ricognizione tecnica della crono del Chianti, quindi uno sguardo in casa Cannondale, con le ambizioni di Uran e il controcanto di Formolo, non troppo convinto di farne il gregario. Ma c’è altro. Il punto sulla situazione di Gianni Moscon, che ha conquistato il team Sky. Poi un incontro con Rebellin, professionista da 24 anni e protagonista di una storia dalle tinte fortissime. Quindi Colbrelli e Brambilla. Infine un viaggio esclusivo a casa di Filippo Ganna, 19 anni e campione del mondo dell’inseguimento ai mondiali di Londra. La sua favola e il futuro del ciclismo italiano sono sbocciati in una casa da fiaba sul lago Maggiore. Bicisport, la Bibbia del grande ciclismo, ti aspetta!

⁃    La Francia insegue il ciclismo che conta
⁃    Li ha messi alla ruota senza tanti complimenti
⁃    Bouhanni, suo “nemico”, non gliela perdona…
⁃    Ma senza caduta Gaviria vinceva
⁃    E Sagan? Rovinato dal folletto delle Ande
⁃    «Peter, sei forte ma come sbagli!»
⁃    La Gazzetta raccoglie il “dispetto” di Nibali…
⁃    Guercilena ci svela il rifiuto di Vincenzo
⁃    Pantani non meritava questa infinita agonia
⁃    Decisione assurda si poteva correre
⁃    Nibali furibondo per mille motivi
⁃    Qua la mano Martinello hai ragione da vendere
⁃    Più magro, più forte? Non sempre è così…
⁃    Nel Chianti, sbornia di strappi e curve
⁃    Un Uran affamato sa quando colpire
⁃    Ma Formolo zitto zitto si prepara in… proprio
⁃    Cancellara ha lanciato la guerra del Nord
⁃    E Brambilla travolto dal ciclone. Che peccato
⁃    Sono tutti impazziti per Moscon. Ma perché?
⁃    Ora le classiche e domani i Giri
⁃    Una serie limitata per i primi 110 anni
⁃    Lunghe distanze massimo comfort
⁃    L’urlo di Ballerini incendia il Prestigio
⁃    Il racconto di Rebellin, vecchietto eterno…
⁃    Facciamo il ProTour delle corse italiane? Sì
⁃    Moser vede Nibali prigioniero di Aru
⁃    Volete sapere chi è Ganna? Vi portiamo a casa sua…
⁃    Ha i numeri giusti per la Roubaix
⁃    Ma Elisa ci svela i segreti di Filippo
⁃    Ed ora ascoltate la fiaba di Messina

Disponibile in versione digitale e per iPad

Ricevi mensilmente la rivista a casa tua

QUESTO MESE - IN PRIMO PIANO

BICISPORT