1 - I COLLI DEL SANGIOVESE

Un itinerario attraverso i colli più famosi del Sangiovese di Romagna. I primi 20 chilometri sono pianeggianti. Molto caratteristici i tornanti in rapida sequenza di Sogliano sul Rubicone (patria del formaggio di Fossa). Il muro di Torriana è la parte più difficile del tracciato con pendenze al 18%. Verucchio è l’ultimo scalino di giornata con vista sulla riviera romagnola.

TRACCIA GPS – STRAVA

2 - LE STRADINE DELLA NOVE COLLI

Un itinerario attraverso alcune salite più famose della Gran Fondo Nove Colli: il Barbotto (con pendenze fino al 18%), Monte Tiffi e Perticara fino a quota 658 metri sopra il livello del mare al 90° chilometro. Il dislivello è concentrato tutto nella seconda parte. I primi 50 chilometri, passando da Santarcangelo, Cesena e Mercato Saraceno sono quasi totalmente pianeggianti.

TRACCIA GPS – STRAVA

3 - I MURI DEL CONCA

Pochissima pianura e tanti strappi con pendenze a doppia cifra che caratterizzano tutta la Valconca. Montescudo (da Vallecchio) sfiora il 20%. Montefiore Conca con la salita della “Pedrosa” ha una pendenza media del 10% in appena tre chilometri. Caratteristico il passaggio all’interno del borgo medioevale di Montefiore prima di scendere verso Morciano di Romagna.

TRACCIA GPS – STRAVA

4 - IL GIRO DEL CARPEGNA

Si scalano le salite più famose del Monte Carpegna: Maiolo (fino all’abitato di Pugliano), Cippo del M.Carpegna e la salita di Soanne – Passo Serra San Marco. Tanto dislivello in pochi chilometri e paesaggi unici. La salita del Cippo (chiamato il piccolo Mortirolo) ha una pendenza media del 10,5% in 7 chilometri. Poi, una sosta a San Leo è d’obbligo…

TRACCIA GPS – STRAVA

5 - I PATRIMONI DELL'UNESCO

Quasi 200 chilometri attraverso tre patrimoni dell’UNESCO (San Leo, Urbino, San Marino). Si arriva fino alla costa adriatica per percorrere la suggestiva Panoramica del S. Bartolo. Occhio al falsopiano tra Cattolica e Mercatino Conca: in una giornata di “Garbino” (il vento caldo di Libeccio) può diventare più duro di una salita…

TRACCIA GPS – STRAVA

6 - IL GIRO DELLE TRE REGIONI

È l’itinerario più difficile in termini di chilometri e dislivello. Un viaggio attraverso l’Emilia-Romagna, la Toscana e le Marche. Dopo un lungo falsopiano si scalano Via Maggio e Bocca Trabaria. Il piatto forte arriva dopo la discesa di Urbino (150° chilometro) con due “fucilate” in sequenza (Auditore e San Marino) che, dopo quasi 200 chilometri, faranno soffrire…

TRACCIA GPS – STRAVA